Noleggio lungo termine VOLKSWAGEN GOLF 17 1.4 Tgi Business Bluemotion Dsg

Noleggio lungo termine Monovolume

  • Manutenzione ordinaria e straordinaria
  • Soccorso stradale ed autostradale 24h
  • Tassa di proprietà
  • RCA Furto-Incendio con penale
  • Assicurazione danni con penale
  • Pneumatici invernali inclusi

A distinguere visivamente questa nuova evoluzione della Volkswagen Golf provvedono essenzialmente alcune modifiche di dettaglio: i nuovi fari (finalmente disponibili anche in versione full led) e il paraurti anteriore, leggermente più prominente e solcato, nella porzione inferiore, da una presa d’aria modificata rispetto al passato. Modifiche analoghe si ritrovano anche nella parte posteriore della vettura. Il responsabile del design della Volkswagen, Klaus Bischoff, e il suo team hanno leggermente affinato le forme della vettura, che ora presenta una fisionomia simile, ma complessivamente più affilata, rispetto alla precedente. 

 

Ferma restando l’ossatura della Volkswagen Golf (sempre realizzata sulla piattaforma modulare MQB, portata del resto al debutto proprio dalla Golf “7” nel 2012), e quindi in assenza di variazioni rilevanti nelle dimensioni esterne dell’auto, le differenze principali si concentrano soprattutto sui dispositivi tecnologici e di aiuto alla guida di cui il conducente potrà disporre. La consolle centrale ospita, davanti alla leva del cambio, un ripiano per la ricarica senza fili degli smartphone in grado di sfruttare questa possibilità (è sufficiente appoggiare l’apparecchio sul tappetino rettangolare antiscivolo). Nuovo anche il cruscotto, optional, interamente digitale e configurabile: utile la possibilità di ridurre le dimensioni dei due classici strumenti principali (virtuali), di forma circolare e a lancette, per avere sott’occhio, senza distogliere troppo a lungo lo sguardo dalla strada, le mappe del navigatore, che replicano quelle visibili nello schermo a sfioramento di 9,2” al centro della plancia. Quest’ultimo, a sua volta, permette di gestire le funzioni secondarie del “clima” (per quelle principali sono stati conservati più tradizionali e immediate manopole) e la più recente versione del sistema multimediale (che rende possibile il “dialogo” tra vettura e smartphone attraverso i due protocolli Apple CarPlay e Android Auto); alle funzioni di comando vocale si aggiunge ora la tecnologia di controllo gestuale, che consente di attivare diverse funzioni con pochi movimenti predeterminati della mano. Inoltre l'auto può essere sempre connessa a internet per poter usufruire dei servizi on-line come informazioni meteo e sul traffico. Tra i sistemi di sicurezza della Volkswagen Golf 2017 c'è il nuovo cruise control adattativo con la funzione Traffic Jam Assist: “lavora” in combinazione con il controllo di mantenimento di corsia (che, in caso di necessità, interviene azionando in autonomia gli organi di sterzo) e, quando si guida in coda, comanda alla vettura di accelerare e di frenare automaticamente per mantenere la distanza di sicurezza dalle vetture circostanti (non si tratta, però, di un sistema di guida autonoma, in quanto è comunque necessario mantenere la corona del volante tra le mani). Da segnalare anche l’adozione del sistema che riconosce i segnali stradali più importanti (riproducendoli nel cruscotto) e la frenata d’emergenza in città.

 

Sempre per quanto riguarda l’abitacolo della Volkswagen Golf, nessuna altra modifica di rilievo, e la conferma del conosciuto alto livello della qualità percepibile nei materiali (tutte le plastiche si presentano “sostanziose”) e negli accoppiamenti delle varie componenti. Sul fronte della meccanica significativo l'arrivo del nuovo motore a benzina 1.5 TSI EVO con disattivazione "intelligente" dei cilindri, capace di erogare 150 CV, al quale farà seguito una versione Bluemotion più risparmiosa con 130 CV. C'è anche un nuovo cambio automatico DSG 7 rapporti che va sostituire il 6 rapporti. Bisognerà attendere la generazione “8” anche per la già ventilata versione ibrida “leggera”, dotata di un sistema elettrico a 48 V in cui un alternatore/generatore funzionerà come motore elettrico in aiuto a quello termico (il 3 cilindri 1.0 turbo già in uso oggi) e, nelle decelerazioni, come generatore destinato a ricaricare la batteria supplementare. Rinnovata anche la Golf GTI che vede aumentare la potenza del motore turbo 2.0 a 230 CV per la versione base e 245 CV per la Performance.

Video VOLKSWAGEN GOLF 17 1.4 Tgi Business Bluemotion Dsg

Non hai trovato ancora ciò che desideri?

Configura la tua offerta ideale

Potrebbe interessarti anche

MINI COUNTRYMAN Cooper S E ALL4 Jungle

tua a partire da
€ 326,00/mese

AUDI A3 1.6 Tdi Business Sb

Berlina 2 volumi

tua a partire da
€ 308,00/mese