Range Rover presenta la nuova Velar

 

Ecco le prime immagini della Range Rover Velar, nuovo Suv posizionato fra l’Evoque e la più grande Range Rover Sport: l’auto è lunga 4,8 metri, è costruita sulla sofisticata architettura in alluminio del gruppo Jaguar Land Rover e si caratterizza per un design fedelmente legato ai fondamentali stilistici del marchio inglese, racchiusi in un corpo vettura slanciato, dal passo generosissimo (2,87 metri). 

A garantire alla nuova arrivata un aspetto sportivo ci sono i cerchi in lega da 22”, i sottili gruppi ottici a Led e le maniglie delle portiere estraibili, che scompaiono nella carrozzeria come sulla Jaguar F-Type: queste ultime contribuiscono anche a migliorare il coefficiente di penetrazione aerodinamica del veicolo, il più basso di sempre per una Range Rover. 

 

Gli interni hanno un sapore hi-tech: il numero dei pulsanti è ridotto all’osso e tutte le funzioni si controllano dal nuovo sistema di infotainment “Touch Pro Duo”, che presenta due touchscreen da 10" ad alta definizione; offre la connessione 4G, alcune utilità di rete (come le info su traffico, meteo, punti di interesse) ed è compatibile con smartphone. Mentre sugli allestimenti più curati la strumentazione tachimetrica analogica è sostituita da un display multifunzione da 12,3 pollici.  

  

In alternativa alla selleria in pelle, l’abitacolo della Velar può essere foderato in materiale tessile sostenibile “Dapple Grey”, realizzato in collaborazione con Kvadrat. Il volume di carico quando si viaggia con 5 passeggeri è pari a 637 litri, che salgono a 1.731 litri abbattendo lo schienale del divanetto posteriore. Al top la tecnologia, con dispositivi di ausilio alla guida come il sistema di frenata automatica di emergenza con rilevamento dei pedoni, il cruise control adattivo con funzione di limitatore di velocità. 

 

Come ogni Range Rover che si rispetti, la Velar è equipaggiata con la trazione integrale; ma a garantire le doti da fuoristrada che ci si aspetta dalle auto del marchio inglese ci sono pure le sospensioni pneumatiche, una luce da terra di 251 mm (213 mm con sospensioni a molle) e una profondità di guado di 650 mm (600 mm con sospensioni a molle). Completano il quadro i sistemi “Terrain Response 2” e “All Terrain Progress Control” che massimizzano la trazione sui fondi a bassa aderenza.  

 

Ampia sin dal lancio l’offerta di motorizzazioni, che parte dai quattro cilindri turbodiesel 2 litri da 180 e 240 CV di potenza per arrivare al V6 da 3 litri e 300 CV. Fra i benzina ci sono il 2 litri 4 cilindri da 250 CV (presto arriverà una versione da 300 CV del medesimo) ed il prestazionale V6 sovralimentato da 380 CV, il più sportivo fra i propulsori a listino: consente alla Velar di accelerare da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi e di raggiungere una velocità di 250 km/h autolimitata elettronicamente. 

 

La gamma Velar e Velar R-Dynamic - quest’ultimo ha una caratterizzazione più sportiva - è disponibile in 4 allestimenti, ma la versione più prestigiosa rimane la "First Edition", che sarrà commercializzata in tutto il mondo solamente per un anno. Progettata interamente nel Regno Unito, la Velar sarà prodotta nella fabbrica di Solihull (UK) e verrà commercializzata dall’estate 2017 in oltre 100 mercati nel mondo.