Nissan rinnova la best seller Qashqai

 

La Nissan Qashqai è stato il crossover più venduto nel 2016 a livello europeo. Per confermare questi risultati è stato aggiornato nel look e debutta al Salone di Ginevra in contemporanea con l’arrivo di nuove dotazioni e migliorie anche nell’abitacolo. La Qashqai del resto è stata lanciata sul mercato nel 2014, quando la concorrenza era meno agguerrita, e le novità attese a partire da luglio 2017 servono per riportarla al pari con i modelli più evoluti sotto il profilo tecnologico: una delle migliorie più interessanti è il sistema di guida assistita ProPILOT, che gestisce sterzo, acceleratore, freni e permette alla Qashqai di muoversi in autostrada senza l’intervento del guidatore. Il sistema funziona anche in condizioni di traffico intenso, ma solo su corsia singola.

 

L’aggiornamento è ben visibile fin dall’esterno, complice il nuovo disegno per le luci anteriori e posteriori, che guadagnano entrambe un motivo a forma di boomerang. Del tutto nuova è anche la griglia del radiatore, che riprende il motivo a V tipico delle Nissan più recenti: la stessa foggia, ad esempio, si ritrova sulla Micra. Arrivano poi le vernici bronzo Chestnut e blu Vivid, migliorie in termini di isolamento dai rumori esterni (il lunotto è più spesso) e accorgimenti per incrementare la maneggevolezza, riservati alle sospensioni, agli ammortizzatori e allo sterzo. Le ruote, ampie da 17 a 19 pollici, sono tutte di nuovo disegno. All’interno si trovano il volante di nuova fattura, un impianto audio inedito della Bose e novità per il sistema multimediale, rinnovato nell’interfaccia.

 

Una parte non marginale del restyling è dedicata alle tecnologie di assistenza alla guida, fondamentali anche su automobili di fascia media dopo che l’ente EuroNCAP (certifica il grado di sicurezza delle nuove auto) le ha incluse nei testi di valutazione. Con il modello 2017 arrivano quindi il sistema che scongiura le collisioni nelle manovre di parcheggio in retromarcia e un’evoluzione della frenata automatica d’emergenza, modificata per riconoscere anche i pedoni. Sulla Qashqai erano già disponibili il riconoscimento della segnaletica, il sistema anti-sonnolenza, l’assistente di parcheggio, il sistema che mantiene l’auto in corsia e il monitoraggio degli angoli ciechi.