Opel Insignia Grand Sport, l'ammiraglia premium

 

La seconda generazione di Opel Insignia cambia pelle, restando però fedele a sé stessa e al suo target, che è il popolo delle partite IVA e dei businessman alla ricerca di auto grandi e funzionali, affidabili e polivalenti. A loro però chiede di aggiornare un poʼ i gusti estetici, perché la nuova Insignia Grand Sport assume tratti estetici profondamente rivisitati, trasformandosi da berlina classica a fastback, cioè una più sportiva carrozzeria “due volumi e mezzo”.

 

Non solo, ma anche la versatile station wagon Sport Tourer cambia fisionomia, e allʼorizzonte (Salone di Francoforte di settembre) cʼè già la versione offroad Country Tourer. Insomma, tanta carne al fuoco per chi segue le sorti del brand Opel, il cui successo è profondo in ogni angolo dʼEuropa, tanto da aver conquistato più di un milione di clienti in circa 10 anni. Il primo intervento sullʼammiraglia Opel riguarda però, in concreto, il peso: la vettura perde 175 chili rispetto a prima e questo migliora lʼefficienza di performance e consumi. Gli interventi sullo stile modificano lʼaerodinamicità, poiché la carrozzeria è più bassa di tre centimetri e le carreggiate sono più larghe di uno, per un Cx di 0,26 da auto sportiva.

 

La nuova Opel Insignia Grand Sport aumenta di ben 10 cm il passo e questo si traduce in un aumento della spaziosità degli interni, soprattutto di chi siede dietro. Il guidatore apprezzerà invece il nuovo posto con la plancia orientata verso di lui. Tra le dotazioni della nuova ammiraglia Opel cʼè il servosterzo adattivo, che varia in funzione della velocità, e il telaio FlexRide che adatta le sospensioni e gli ammortizzatori fino a 500 volte al secondo! 


WEB LINK