La Volkswagen Polo è tutta nuova

 

Oltre 14 milioni di esemplari venduti in 5 generazioni, prodotte dal ’75: è questa la pesante eredità della nuova Volkswagen Polo, arrivata alla sua sesta edizione. Anche se la carrozzeria ha un aspetto abbastanza simile a quello del modello ancora a listino, la 2 volumi tedesca è stata completamente rinnovata ed è costruita su una diversa piattaforma costruttiva inedita, derivata dai modelli più grandi di casa VW e già utilizzata sulla Seat Ibiza. La lunghezza è rimasta praticamente invariata rispetto al modello precedente (4 metri), ma il bagagliaio è cresciuto fino a 350 litri di volume: un numero in linea con quello della Golf IV costruita fino agli inizi degli anni 2000.


All’interno il salto avanti generazionale è evidente, soprattutto grazie alla presenza della strumentazione digitale affiancata dal display dell’infotainment, quest’ultimo con schermo da 6,5 o 8 pollici a seconda degli allestimenti. Il sistema infotelematico è pienamente compatibile con smartphone e predisposto per la nuova piattaforma digitale “We By Volkswagen”, che includerà app come WePark, utile per pagare i parcheggi nelle città coperte dal servizio; una novità nella categoria della Polo, dove le concorrenti principali sono Ford Fiesta, Renault Clio e Peugeot 208.


Ampia già dal lancio l’offerta dei propulsori, composta dai benzina 1.0 MPI da 65 e 75 CV di potenza e dal turbo 1.0 TSI da 95 e 115 CV. Sul fronte turbodiesel ci sono invece i TDI 1.6 da 80 e 95 CV, mentre chi vuole risparmiare al massimo sul carburante può optare per il TGI da 1 litro e 90 CV, alimentato a metano. Al vertice dell’offerta c’è il 4 cilindri 2.0 TSI da 200 CV della Polo GTI, la più sportiva della gamma. A richiesta il cambio automatico a doppia frizione con 7 marce, a patto che il motore abbia perlomeno 95 CV.


Proposta nella sola versione a 5 porte e in 4 allestimenti - Trendline, Comfortline, Highline e GTI - la nuova Polo offre di serie il sistema che controlla lo stato di vigilanza del conducente (e lo invita a fare una pausa se necessario) e la frenata automatica di emergenza con riconoscimento pedoni. A richiesta il cruise control attivo con controllo della distanza di sicurezza e funzione stop-and-go, che affronta le code al posto del conducente (solo con il cambio automatico).

Optional anche il Blind spot detection, che monitora l’angolo morto dei retrovisori, il Park assist con frenata automatica, la ricarica wireless per smartphone e il Keyless access, che permette di aprire, accendere e chiudere l’auto mantenendo la chiave in tasca.