Nuova Nissan Leaf: maggiore efficienza e autonomia

 

Dal 2010 ad oggi ha venduto quasi 280.000 esemplari in tutto il mondo ed è con ampio margine l’elettrica più di successo nella storia. Eppure la seconda generazione della Nissan Leaf cambierà sostanzialmente rispetto alla prima, in barba alle cautele e alla prudenza che pesano sullo sviluppo di un modello così im-portante. La casa giapponese ha deciso infatti di rinnovare la berlina, passando da una carrozzeria morbida e ricca di curve a una dove sono maggiori le linee tese e gli spigoli, ispirata alla Micra. La seconda generazione della Nissan Leaf verrà mostrata al prossimo Salone di Francoforte (12-24 set-tembre) e sarà ordinabile poco tempo dopo.

Gli stilisti della casa giapponese hanno cambiato approccio per la nuova Leaf, rinunciando del tutto alle forme tondeggianti di quella odierna in favore di una carrozzeria più slanciata, aerodinamica  con il baricentro più basso. L’impressione di maggior grinta è visibile già a partire dalle luci anteriori, più sottili e rastremate, a corredo di una mascherina simile a quella utilizzata sulle Nissan più recenti: ricorda una V e abbassa visivamente la linea del frontale, che in questo modo sembra più snello e filante. Le novità della Leaf 2017 si ritrovano fin da una prima occhiata anche nei dettagli: il cofano anteriore è molto scavato e profilato, sulla fiancata appare una vistosa unghiata in prossimità del faro posteriore e il montante dietro riprende la forma a piramide già vista sulla Micra. La vetratura laterale a stringersi conferisce maggior dinamismo alla fiancata, sensazione che la Nissan vuole enfatizzare grazie al tetto spiovente e alle luci posteriori che si allungano sulla fiancata.

 

La Nissan è stata molto brava finora a mantenere il più stretto riserbo sulle novità tecniche, attese sia per il motore che per le batterie. Il motore dovrebbe guadagnare qualche CV rispetto ai 109 odierni e portarsi in zona 140, stando alle più recenti indiscrezioni, mentre le batterie ordinabili saranno da 40 kW e 60 kW: nel primo caso le percorrenze dovrebbero raggiungere i 325 chilometri, nel secondo i 500. La Nissan Leaf oggi in vendita ha battere da 30 kW e promette un’autonomia nell’ordine dei 250 chilometri. Non dovrebbe mancare la possibilità di effettuare la ricarica rapida, ma si parla anche di un sistema per recuperare una maggiore quantità di energia in frenata o rallentamento. Fra le novità ci saranno anche la piattaforma di guida assistita ProPilot 1.0 e l’assistenza al parcheggio ProPilot Park, oltre a tutte le tecnologie più recenti di ausilio alla guida.