Volkswagen T-Roc il crossover compatto dal carattere sportivo

 

Dopo la Seat Arona e la Skoda Kodiaq è il turno della Volkswagen T-Roc, che farà il suo debutto in società al Salone di Francoforte, completando il tridente di B-SUV che dovranno rendere competitivo il Gruppo Volkswagen in quel settore del mercato europeo che cresce più di tutti.

La T-Roc arriva per ultima, ma è certamente quella più attesa, non tanto per il ritardo con cui arriva in un segmento dove ormai praticamente tutti i costruttori si sono cimentati, quanto per l’importanza che riveste per le sorti europee del marchio di Wolfsburg.

Non è un mistero, infatti, che l’inossidabile Golf sia in sofferenza di vendite tanto per un calo fisiologico del segmento C quanto per le note vicende legate al Dieselgate. La T-Roc, dunque, deve portare una ventata di freschezza in casa Volkswagen e anche clienti nei concessionari, senza potersi permettere di sbagliare come una Sportsvan qualunque. Spazio al design, dunque, che rimane ancora il primo motivo di acquisto per gli automobilisti del Vecchio Continente e che nella T-Roc è quello del nuovo corso Volkswagen, caratterizzato da linee nette, orizzontali ed essenziali, per un risultato tutto sommato piacevole e dinamico, grazie anche al design bicolore e alle ampie possibilità di personalizzazione.

 

I designer tedeschi hanno conferito a questo crossover un carattere molto dinamico, per cui si può persino scomodare la parola coupé senza il timore di una gragnuola di insulti. Le dimensioni, poi, la portano nel cuore del segmento, con 4,23 metri di lunghezza e 445 litri di bagagliaio.

Parlando, invece, di tecnica, la T-Roc attinge al meglio del Gruppo Volkswagen, offrendo di serie sistemi di sicurezza come la frenata di emergenza automatico e il mantenimento di corsia e dotazioni di livello premium come il sistema di infotainment con interfaccia interamente in vetro o il display completamente digitale di nuova generazione.

Per le motorizzazioni si può scegliere tra cinque TSI e TDI (1.5, 1.6 e 2.0), con potenze comprese tra i 115 e i 190 cv, mentre alla trazione interiore e al cambio manuale si accostano anche l’integrale 4Motion e il doppia frizione DSG. Ma la T-Roc può anche essere dotata delle sospensioni adattive a gestione elettronica e dello sterzo progressivo, derivato direttamente dalla Golf GTI.