Nuovo Kia Sportage con motore ibrido-diesel

 

Kia Motors si prepara al lancio del primo sistema ibrido/diesel. Sarà il primo ad adottare la nuova tecnologia Mild Hybrid a 48 Volt. Il così chiamato ibrido leggero. I vantaggi? L’incremento di potenza e coppia, il recupero di energia e la riduzione di consumi ed emissioni. Kia potrebbe diventare il primo produttore di SUV a offrire sul mercato una gamma ibrida, Plug-in ibrida, Mild-Hybrid ed elettrica.

Il sistema ibrido si compone di una speciale Mild-Hybrid Starter-Generator (MHSG) composto da batteria aggiuntiva da 48 Volt e da una compatta agli ioni di litio da 0,46 kWh. Il MHSG lavora come un motore aggiungendo fino a 10 kW di potenza elettrica, riducendo così il carico del diesel, diminuendo consumi ed emissioni. Esso lavora anche in modalità generatore, trasformando l’energia del diesel in potenza elettrica, e dunque recuperando energia cinetica durante la decelerazione e la frenata.

 

A questo impianto si aggiunge, inoltre, la possibilità offerta dalla nuova funzione “Moving Stop&Start”: il motore in fase di decelerazione, quando il guidatore alza il piede dal pedale, si spegne.

In tutto ciò le emissioni di CO2 diminuiscono fino al 4% secondo i nuovi test  WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicles Test Procedure). Infine, i nuovi filtri SCR (Selective Catalytic Reduction), sono in grado di abbattere notevolmente le emissioni di NOx, a garanzia delle normative Europee E6D temp.

 

Kia punta ad auto innovative con prezzi competitivi per allargare la sua gamma di clienti: la tecnologia Mild-Hybrid offre un rapporto prezzo-prestazioni con componenti di facile integrazione anche per altre vetture. Per questo il marchio offrirà il nuovo sistema entro la fine del 2018 e a partire dal 2019, anche per la nuova CEED.

Entro il 2025 saranno ben sedici i nuovi modelli Kia “green”: cinque ibridi, cinque ibridi Plug-in e cinque modelli elettrici. A cui si aggiungerà, nel 2020, un nuovo veicolo Fuel-Cell.